NEWS

Avvocato giuslavorista
a Mantova e Brescia

L'Avv. Riviera ha sempre esercitato come Avvocato giuslavorista, gestendo contenziosi a Mantova, Brescia, Cremona e Milano. Il particolare interesse per le materie del diritto del lavoro, del diritto previdenziale e del diritto sindacale la portano a dedicarsi ad esse con passione e ad impegnarsi in un'assidua attività di aggiornamento per seguire l'evoluzione della normativa vigente e i più recenti orientamenti giurisprudenziali e dottrinari.
È sua premura, inoltre, condividere le informazioni frutto di tale attività di studio riportando nella presente sezione leggi, sentenze e altre news di rilievo liberamente fruibili dagli utenti.

Superamento del periodo di comporto e condotta del datore di lavoro

Con la presente sentenza di secondo grado,viene rimarcato che, il comportamento concludente del datore di lavoro, posto in essere prima della comminazione di un licenziamento per superamento del periodo di comporto, con una pluralità di condotte, può integrare gli estremi della rinuncia tacita ad avvalersi del verificatosi superamento del periodo massimo di conservazione del posto di lavoro, e conseguentemente, stante la legittima aspettativa insorta a favore del lavoratore di prosecuzione del rapporto di lavoro, comportare la declaratoria di illegittimità del successivo licenziamento comminato.
Scarica la sentenza

Doppio licenziamento e termini di impugnazione

La sentenza concerne la fattispecie di mera creazione giurisprudenziale afferente la comminazione di un doppio licenziamento che nel caso de quo, trae origine e fondamento dai medesimi fatti che assumono però valenza giuridica ben distinta, da un lato quale infrazione disciplinare e dall'altro, quale impossibilità sopravvenuta di svolgimento della prestazione lavorativa.
Pertanto, ad un primo licenziamento per giusta causa, seguiva la comminazione di un secondo licenziamento per impossibilità sopravvenuta della prestazione. A fronte della legittima e valida comminazione di un doppio licenziamento, il lavoratore a mezzo del proprio sindacato provvedeva ad impugnare stragiudizialmente unicamente il secondo licenziamento, incorrendo pertanto nella insanabile decadenza dalla impugnazione guidiziale del primo licenziamento, e conseguente, all'integrale rigetto della domanda giudiziale proposta. 

Scarica la sentenza
Chiami al (+39) 348 7896197 per assistenza in materia giuslavoristica
Share by: